Gabriele Lavia

Attore e regista

Attore e regista, Gabriele Lavia è tra le figure più rappresentative del teatro italiano. Debutta come attore teatrale nel 1963 dopo il diploma all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica. È stato diretto in teatro da molti importanti registi tra i quali Giorgio Strehler, Giuseppe Patroni Griffi, Giancarlo Sbragia, Luigi Squarzina, Mario Missiroli, Marco Sciaccaluga. Come regista teatrale esordisce nel 1975 con Otello di William Shakespeare, e come regista cinematografico nel 1983 col film Il principe di Homburg (grazie al quale nel 1984 si aggiudica il Nastro d'Argento al miglior regista esordiente). Come regista d'opera lirica il suo esordio è nel 1983 con I pellegrini alla Mecca di Gluck. Come attore cinematografico è stato diretto, tra gli altri, da Francesco Nuti, Dario Argento,Tonino Cervi, Giuseppe Tornatore e Pupi Avati. Nel 1989 con Giancarlo Volpi fonda a Milano la Compagnia Lavia. È stato co-direttore artistico del Teatro Eliseo di Roma (dal 1980 al 1987), direttore artistico del Teatro Stabile di Torino (dal 1997 al 2000) e del festival Taormina Arte (nel 1993). Nel 2004 è il vincitore del Premio Olimpici del Teatro per la migliore regia e per il migliore spettacolo (L'avaro di Molière). Dal 2011 dirige il Teatro Stabile di Roma con sede all’Argentina.
[Fonte https://it.wikipedia.org]