Le opere di Christo e Jeanne Claude fotografate da Wolfgang Volz

  • MOSTRA - 14 settembre - 7 gennaio 2018
  • 14-17 settembre 9,00-19,00
  • Chiostro dei Morti, prato Basilica Superiore, accesso Fai

Christo

Christo Javacheff, insieme alla moglie Jeanne-Claude - scomparsa nel 2009 - è uno dei maggiori rappresentanti dell’ Enviromental Art. Forma artistica basata sul confronto attivo con il paesaggio mediante interventi temporanei su larga scala che ne modificano la percezione. Christo e Jeanne-Claude sono noti soprattutto per il loro rapporto con il tessuto, utilizzato per coprire edifici, monumenti o elementi naturali. Tra i progetti da loro realizzati vi sono Wrapped Coast in Australia (1969), Valley Curtain in Colorado, USA (1972), Running Fence in California, USA (1976), Surrounded Islands a Miami, USA (1983), The Pont Neuf Wrapped a Parigi (1985), The Umbrellas contemporaneamente in California, USA e Giappone (1991), The Wrapped Reichstag a Berlino (1995), Wrapped Trees a Basilea, Svizzera (1998) e The Gates in Central Park, New York, USA (2005). L’ultima opera realizzata da Christo è stata The Floating Piers: una passerella galleggiante che per 16 giorni nell’estate 2016 si è estesa per 3 km sulle acque del Lago d'Iseo e per 2,5 km sulla terraferma. In seguito alla cancellazione del progetto Over The River per l’Arkansas River in Colorado, USA, Christo sta continuando a lavorare al processo di realizzazione della Mastaba, la cui idea risale al 1977: una scultura composta da 410.000 barili colorati da installare nel deserto di Abu Dhabi. La Mastaba, se realizzata, sarà la scultura più grande mai realizzata al mondo e l’unica installazione permanente di Christo e Jeanne-Claude.

Wolfgang Volz

Nato nel 1948 in Germania. Nel 1969 frequenta la Classe di fotografia con il professor Otto Steiner all'Università Folkwangschule di Essen in Germania. Nel 1971 incontra gli artisti Christo e Jeanne-Claude per la prima volta, segnando l'inizio di una bella amicizia e collaborazione. Nel 1974 sostiene l'esame finale in fotografia con il Prof. Erich vom Endt alla Folkwangschule con una guida planetaria del pianeta terra. Lavora come giornalista di immagini per le pubblicazioni di tutto il mondo, specializzato in scienza e tecnologia. Nel 1975 le prime esposizioni (che portano a più di 400 gallerie e mostre museali in tutto il mondo). Nel 1978 vince il primo premio di "Deutscher Wirtschaftsfoto Preis". Nel 1995 è fotografo esclusivo e co-regista con Roland Speaker del film "Christo e Jeanne-Claude: Il Reichstag avvolto". Nel 2016 è fotografo esclusivo e project manager del progetto "Christo e Jeanne- Claude: The Floating Piers" sul lago d'Iseo.



ACQUISTO BIGLIETTO DIRETTAMENTE PRESSO L'INGRESSO